Sandrini Impianti -
Stampa

 

La legge di Stabilità 2016 art. 1, comma 43bis, estende anche alla domotica la detrazione al 65% dell'Irpef e nella fattispecie, alle spese per l'acquisto, l'installazione e messa in opera di impianti domotici e dispositivi multimediali che consentano il controllo a distanza del riscaldamento, della climatizzazione, produzione dell'acqua calda, luce ecc., nonchè quelle relative all'efficientamento energetico.

Quali sono le spese ammesse?

Praticamente tutte le spese relative all'acquisto di un sistema di controllo integrato che sfrutta le nuove tecnologie per ottimizzare e migliorare il risparmio energetico, l'efficienza energetica, il comfort, anche e soprattutto per le persone disabili o anziane, la sicurezza e la velocità di programmazione per l'accensione e lo spegnimento dei dispositivi collegati con relativo calcolo dei consumi in tempo reale. Ad esempio, grazie all'installazione di impianti smart home, che rendono la casa intelligente, è possibile risparmiare notevolmente sui consumi di riscaldamento mediante termoregolazione, che è in grado di ridurre sprechi energetici. Altri esempi di smart home sono gli impianti che regolano la temperatura interna nella casa, in base alle persone presenti, alla temperatura esterna, l'umidità ecc. e permettono la visualizzazione in tempo reale dei consumi di luce, gas e acqua. Oppure la possibilità di gestire a distanza l'impianto antintrusione, antifurto o di videosorveglianza.

A chi spetta la detrazione?

A tutte le persone fisiche, condomini, associazioni, enti pubblici e privati e titolari d'impresa che possiedono l'immobile oggetto di agevolazione.

Il bonus è stato proporogato fino al 31 dicembre 2016 ed è previsto per spese sostenute nel corso dell'anno 2016.

© Blank Plazart - Free Joomla! 3.0 Template 2022